20 Febbraio

Bad Boys For Life
di Adil El Arbi, Bilall Fallah, con Will Smith, Martin Lawrence, Vanessa Hudgens
(Azione, USA, 2020, 123′, Sony Pictures Italia / Warner Bros. Pictures Italia)
Due poliziotti di vecchia scuola, Mike Lowrey e Marcus Burnett, fanno squadra con una unità d’élite per fermare le attività di un pericoloso criminale di Miami a capo del locale cartello della droga.

Cats
di Tom Hooper, con James Corden, Judi Dench, Idris Elba, Jennifer Hudson, Taylor Swift, Rebel Wilson
(Musical, USA, Gran Bretagna, 2019, 110′, Universal Pictures)
La storia dei gatti della tribù Jellicle. Tratto dal musical in due atti del 1981 composto da Andrew Lloyd Webber.

Cattive Acque
di Todd Haynes, con Mark Ruffalo, Anne Hathaway, Tim Robbins
(Thriller, USA, 2019, 126′, Eagle Pictures)
Nel 1998 Robert Bilott, avvocato societario specializzatosi nella difesa di aziende chimiche, riceve la chiamata di un agricoltore di Parkersburg, nella Virginia Occidentale, che gli chiede di indagare su un possibile collegamento tra la presenza di un grande impianto dell’azienda DuPont nei pressi della sua fattoria e un’insorgenza anormale di tumori e malformazioni nelle sue mucche. Presto, Bilott scopre che da decenni la DuPont sta usando impunemente i corsi d’acqua della zona per smaltire il proprio acido perfluoroottanoico, con conseguenze estremamente gravi per la popolazione.

Criminali Come Noi
di Sebastián Borensztein, con Ricardo Darín, Luis Brandoni, Chino Darín
(Avventura, Commedia, Argentina, Spagna, 2019, 116′, BiM Distribuzione)
Argentina, dicembre 2001. Un gruppo di amici riunisce tutti i loro risparmi per acquistare alcuni silos abbandonati e fondare una cooperativa nella loro piccola città di campagna. Ma siamo alla vigilia della crisi economica e gli investimenti del gruppo vengono bloccati. Gli amici scoprono presto di essere in realtà stati truffati da un direttore di banca e da un avvocato senza scrupoli. Per il gruppo è giunto il momento di riprendersi ciò che è loro, mettendo in atto uno dei piani più strampalati di sempre.

Il Richiamo della Foresta
di Chris Sanders, con Harrison Ford
(Avventura, USA, 2020, 105′, 20th Century Fox)
La vita di Buck, cane di razza abituato al clima mite e alla tranquillità degli Stati Uniti del Sud, ha un’improvvisa svolta quando, per una scommessa persa, è venduto e spedito al Nord, come cane da slitta.

La Mia Banda Suona Il Pop
di Fausto Brizzi, con Christian De Sica, Diego Abatantuono, Massimo Ghini
(Commedia, Italia, 2020, 95′, Medusa Film)
Il magnate russo Ivanov sogna una réunion a Pietroburgo del suo complesso musicale italiano preferito, i Popcorn, famosissimi negli anni ’80. Il manager della band, Franco, che vive tra Italia e Russia, viene contattato a questo proposito da tale Olga, donna di fiducia di Ivanov. Franco tenta di dissuaderlo perché lui in fondo i Popcorn li odia e preferisce controproporre alternative a suo avviso ben più valide. Ma con Ivanov non si discute, vuole i Popcorn e così sarà.

L’Hotel degli Amori Smarriti
di Christophe Honoré, con Chiara Mastroianni, Benjamin Biolay, Vincent Lacoste, Kolia Abiteboul
(Commedia, Francia, 2019, 86′, Officine UBU)
Una donna decide di lasciare il marito e trasferirsi nell’hotel di fronte.

Lontano Lontano
di Gianni Di Gregorio, con Gianni Di Gregorio, Ennio Fantastichini, Giorgio Colangeli, Daphne Scoccia
(Commedia, Italia, 2019, 90′, Parthénos Distribuzione)
Il film racconta la storia di tre settantenni romani, Attilio, Giorgetto e il Professore, molto diversi tra loro ma simili per quello che riguarda la sorte. Attilio, descritto come anticonformista, è un robivecchi desideroso di compiere di nuovo quelle esperienze tipiche della gioventù; Giorgetto è un impiegato, ultimo baluardo della vecchia romanità, che vive in miseria e fa fatica a sbarcare il lunario; il Professore è per l’appunto un insegnante di latino ormai in pensione e rassegnato alla noia più totale. Un giorno prendono una decisione che cambierà radicalmente le loro vite: abbandonare la loro solita routine quotidiana di quartiere e partire all’estero per ricominciare tutto da capo.