Siamo ancora qui. Sempre pronti, sempre vigili, in attesa di un fotogramma che ci emozioni. A volte bisogna aspettare tanto, per un frame di qualità. Altre volte ci capitano davanti senza che ce ne accorgiamo, con una disarmante naturalezza. E noi, lì sulla poltrona, con accanto i nostri popcorn e il taccuino per gli appunti, non possiamo fare altro che bearci di questa meraviglia, pronti a raccontarvi ogni singolo frammento di magia che risponde al nome di Cinema.

Da domani si torna, con la stessa qualità e profondità di analisi che ci ha da sempre contraddistinti. Sempre senza pubblicità, senza abbonamenti, senza sponsorizzazioni da niente a nessuno. La libertà di poter dire quello che vogliamo sull’universo-cinema è troppo importante. I nostri occhi non saranno mai in vendita.

Nella prima settimana di articoli avremo due importanti recensioni: Dogtooth di Yorgos Lanthimos, che finalmente arriva nelle sale italiane a undici anni dalla sua pubblicazione, e l’ultimo grande film di Christopher Nolan, Tenet. Per poi concludere la settimana con un nuovo rewind: Buon Giorno di Ozu Yasujirō.

Restate con noi. Ne vedremo delle belle.